Zurück Home

stenosi del canale spinale/ alterazioni degenerative della colonna lombare

La colonna lombare inferiore viene altamente sollecitata con un’andatura eretta della persona. Le alterazioni degenerative sono dovute all’età e al carico e molto diffuse in piccole espressioni. Non si tratta molto della domanda se queste si sviluppano, piuttosto quanto velocemente progredisce la stenosi e se causa disturbi a livello clinico.

Con una postura eretta e un giusto lavoro dorsale si può caricare delicatamente la propria schiena e contribuire un po' a rimanere il più a lungo possibile in salute e senza dolori. Per questo una muscolatura della schiena funzionante e forte costituisce un fattore importante.

Con kybun avete la possibilità di integrare l’allenamento per la schiena nella quotidianità, senza ulteriore dispendio di tempo.

Definizione

Il termine stenosi del canale spinale (stenosi spinale) fa riferimento a un restringimento del canale spinale. Si riscontra spesso negli anziani soprattutto a livello della colonna lombare. I segmenti più interessati sono tra la terza e la quarta vertebra lombare e tra la quarta e la quinta.

La diagnosi clinica all'inizio è atipica. Disturbi funzionali e dolori o anche irritazione dei nervi ischiatici possono essere ricondotti ad alterazioni patologiche molto diverse della colonna lombare. Il sintomo della claudicazione spinale è tipico della stenosi spinale. Il paziente lamenta dolori lancinanti nella parte anteriore e posteriore delle gambe, dopo aver percorso un piccolo tratto.

Cause

Nel quadro di un processo di invecchiamento normale, i dischi intervertebrali si riducono in altezza e si può arrivare a una osteocondrosi intervertebrale; da una lato a unaprominenza del disco intervertebrale, dall’altro lato a estrazioni ossee sui corpi vertebrali (osteofiti). Le artrosi delle piccole articolazioni dell’arco vertebrale (spondiloartrosi) sorgono in seguito. Questa combinazione causa la formazione di una restrizione a forma di clessidra del canale spinale.

La stenosi presenta diverse forme. Occasionalmente, un disco intervertebrale relativamente intatto si sposta e "scivola" lateralmente. In questo modo il canale spinale viene spinto da un parte e vengono causati disturbi evidenti.

Conseguenze a lungo termine

Spesso la stenosi decorre progressivamente e progredisce con una velocità diversa. Dopo qualche anno non si nota per lo più nessun peggioramento. Sono rare le disfunzioni neurologiche.

In casi estremi, il paziente è in grado solo di camminare per meno di 100 m; in questo caso sono necessarie un’ ulteriore diagnosi e una speciale terapia.

Terapia convenzionale

In concomitanza deve essere impiegata l’intera gamma esistente di terapia analgesica a disposizione. Questo è spesso essenziale per rendere possibile prima di tutto un metodo di allenamento mirato. La massima importanza del trattamento risiede nelle misure fisiche come per esempio esercizi di rilassamento, elettroterapia così come nella terapia di allenamento e non con l’impiego di analgesici. Tuttavia questo trattamento non giova sempre considerando ogni quadro patologico.

Un sollievo immediato, soprattutto nei pazienti anziani, è raggiungibile con fasciature del tronco/corsetti di stoffa che scaricano e stabilizzano. In questo modo i dischi intervertebrali possono essere alleggeriti.

Qualche volta, tuttavia, bisogna sottoporsi a un intervento. Duranteuna decompressione chirurgica, il canale spinale può essere di nuovo allargato, in casi lievi è sensato anche l’inserimento di uno spaziatore interspinoso tra i processi spinosi vertebrali per allargare il canale spinale e i canali di origine dei nervi.

Principio di efficacia di kybun – Agire in modo proattivo

In caso di alterazioni degenerative (fenomeni di usura), la colonna vertebrale è particolarmente importante per rafforzare la muscolatura profonda e stabilizzatrice della schiena. In questo modo la stabilità e la sicurezza perse possono essere migliorate, i dolori diminuiscono e la lunghezza dei percorsi aumenta.

Potenziamento della muscolatura della schiena e stabilizzazione della colonna vertebrale

  • Le kyBoot hanno una suola morbida ed elastica, che non limita il movimento del piede, ma dà libertà di potersi muovere in tutte le direzioni. Camminare su una superficie morbida ed elastica e l'instabilità delle kyBoot allenano la muscolatura e sollevano il corpo. (Lo stesso vale per il kyBounder - il tappeto flessibile morbido ed elastico)
  • La muscolatura profonda stabilizzatrice della colonna vertebrale si rafforza, questo a sua volta influisce sulla colonna vertebrale come un fascio. In questo modo la schiena viene alleggerita e allo stesso tempo stabilizzata. Potete di nuovo camminare e stare in piedi in posizione eretta.
  • Tramite l’attivazione della muscolatura profonda e stabilizzatrice della schiena, si stimola la vascolarizzazione nel profondo, promuovendo la guarigione delle lesioni.

Postura eretta e prevenzione dell'usura

  • Stando seduti molto a lungo, in particolare assumendo una postura errata, si utilizzano muscoli e colonna vertebrale in modo unilaterale. Col tempo i muscoli non utilizzati diventano più deboli e si accorciano. I muscoli sovrautilizzati in modo unilaterale invece reagiscono con le tensioni. Mal di collo, anca, e schiena sono la conseguenza e portano a ulteriori posture sbagliate. Questo circolo vizioso può portare in seguito a un'usura della colonna vertebrale
  • Sul tappeto flessibile morbido ed elastico kyBounder, stando in piedi o camminando con le kyBoot, i muscoli si rilassano, si allungano e si allenano e il corpo viene portato a una postura eretta. Tensioni e disquilibri si sciolgono. I muscoli di sostegno e posturali vengono strutturati in modo specifico. Grazie all'alternarsi di sforzo e riposo il mal di schiena può essere alleviato.
  • Con un postura eretta, i dischi intervertebrali vengono caricati in modo assiale e rimangono sani.

Reazioni iniziali

Particolari reazioni iniziali in caso di colonna vertebrale alterata in modo degenerativo (segni di usura):

Se non siete ancora abituati alle kyBoot o al kyBounder e inoltre da tempo avete dolori alla schiena, nella fase iniziale può accadere che questi si accentuino un po'. Con un giusto utilizzo delle kyBoot/ del kyBounder, questi dolori dovrebbero diminuire, non appena la muscolatura della schiena si rafforza con l’allenamento kybun.
Si raccomandano i "Consigli per l'uso" riportati di seguito e di farsi consigliare dal proprio rivenditore kybun, se si è insicuri o si hanno ulteriori domande sull’utilizzo.

 

Per informazioni sulle tipiche reazioni iniziali per gli utenti che utilizzano per la prima volta il kyBounder e le kyBoot cliccare su questo link: Reazioni iniziali

Esercizi kybun

Per informazioni sugli esercizi speciali delle kyBoot e gli esercizi basilari da eseguire sul kyBounder cliccare qui: Esercizi kybun

Consigli per l'uso

Qualora durante l'utilizzo delle kyBoot o del kyBounder si manifestassero dolori alla schiena o un'accentuazione dei dolori alla schiena già presenti, le ragioni potrebbero essere molteplici (p. es. postura insolita, eretta, muscolatura tesa, movimenti insoliti per la schiena).

Nel frattempo, vi consigliamo di svolgere regolarmente gli esercizi kybun. Essi consentono di sciogliere la vostra muscolatura, dando al corpo la postura corretta. In questo modo la schiena viene alleggerita, in particolar modo i dischi intervertebrali. I dolori alla schiena dovrebbero diminuire già dopo qualche ora o dopo qualche giorno.
È opportuno selezionare gli esercizi kybun più efficaci, che vi fanno bene! Alcuni clienti prediligono movimenti leggeri, mentre altri trovano più efficaci gli esercizi intensivi; questo aspetto è molto individuale.

Scegliete un modello kyBoot con suola più ampia di 2ª generazione. Questa conferirà al vostro metatarso maggiore stabilità; chiedete al vostro rivenditore kybun di mostrarvi i diversi modelli.

Se nelle kyBoot vi sentite troppo insicuri, oppure cercate un ulteriore strumento di allenamento per casa, il kyBounder è l'alternativa ideale. Sul tappeto morbido ed elastico potete rafforzare la muscolatura di piedi, gambe e schiena in modo localizzato. In caso di insicurezza, è possibile sorreggersi a un oggetto fisso. Inoltre, avete la possibilità di scegliere tra diversi spessori del kyBounder (più spessore vuol dire un allenamento più intensivo); richiedete la consulenza del vostro rivenditore kybun.

Se, nonostante gli esercizi kybun vi stancate molto, avete dolori oppure vi inclinate lateralmente sulla suola delle kyBoot, vi consigliamo una breve pausa dalle kyBoot/ dal kyBounder fino alla scomparsa dei sintomi.

Fate attenzione ad avere una postura eretta, non fate passi troppo lunghi e guardate davanti a voi (non in basso). Sulle suole kyBoot si cammina diritti, ciò vuol dire che un'eventuale inclinazione laterale va corretta!

Se i dolori persistono o in caso di intorpidimento , contattare il proprio rivenditore kybun richiedendo una consulenza individuale.

Opinioni/Cosa dicono i clienti

Dopo 18 maratone complete e diverse mezze maratone, ho dovuto smettere di correre di recente a causa del dolore alla zona lombare e alle gambe. La diagnosi medica è stata quella di una stenosi spinale. Ma non ho mai smesso di fare movimento. Combinando la scarpa kybun al pilates, riesco a fare lunghe passeggiate ed escursioni nella meravigliosa natura finlandese.
All’inizio del 2015, all’età di 77 anni, non riuscivo a percorrere più di 50 metri a piedi a causa dell’intorpidimento e dei dolori che provavo ad entrambe le gambe. Mi fu diagnosticata una “stenosi centrale” del tratto lombare. I medici ritenevano l’operazione alla colonna vertebrale l’unica soluzione plausibile. Mia moglie Stavroula (72 anni) aveva riscontrato un problema simile un anno prima. Non riusciva a percorrere più di 30 metri per il dolore percepito alla gamba sinistra. La sua diagnosi: “Stenosi laterale”.  Per ovviare al problema, si è sottoposta a intense sedute di fisioterapia, agopuntura, esercizi e, su consiglio dello stesso fisioterapista, alla camminata graduale con le kyBoot. Dopo questo trattamento era in grado di camminare 2 km senza soste. Sulla base di questi progressi, mi ha consigliato di adottare lo stesso approccio. Dopo 4 mesi di terapia, anche io ero in grado di camminare per quasi 1 km. Ho esitato con l’acquisto delle kyBoot, sebbene mi piacessero molto, finché non le ho provate per una giornata intera. Mia moglie ha provato a persuadermi, visto che a convincere lei non era stata solo la loro straordinarietà, ma anche l’ottima qualità dei materiali. Il motivo della mia esitazione era il prezzo, che ammonta a quasi la metà della mia pensione.  Tuttavia, a due mesi di utilizzo di queste scarpe meravigliose, posso ritenermi estremamente soddisfatto dell’acquisto. Adesso, insieme a mia moglie, riesco a camminare per 75 minuti ad andatura spedita. Facciamo a gara a chi arriva per primo. Il nostro obiettivo è raggiungere con le kyBoot i 10 km al giorno entro i prossimi due anni, quando festeggeremo il nostro 50° anniversario di matrimonio. 

Esperienze/Ulteriori domande sul mal di schiena

No FAQ's found.

Torna sù